sabato 29 settembre 2012

[dialoghi] aiFon


- La gente è in fila per l'iPhone invece di essere in piazza a protestare come fanno gli spagnoli!

- Anche tu stai su Facebook invece di essere in piazza a protestare!

- E... ma per cos'è che dovevamo protestare in piazza?

- Eh... boh?

- ...

- La paella?

venerdì 28 settembre 2012

HorrorMaria

Qualche giorno fa, l'amico e collega Davide La Rosa ha postato su Facebook un filmato fatto col telefonino, girato di notte mentra ascolta inorridito in auto Radio Maria.

L'occasione era troppo ghiotta per non giocarci un po', e questo è il risultato:



lunedì 24 settembre 2012

Comunicazione


- E' che non sopporto questa comunicazione moderna, questa smania di essere sempre presenti. Con le mail, col cellulare... Oggi devi per forza essere sempre reperibile, e se non rispondi entro un'ora a una mail magari ti tolgono un lavoro oppure passi per maleducato... Ma uno avrà anche il diritto a farsi i cavoli suoi ogni tanto? Rimpiango i vecchi apparecchi per comunicare, così eleganti e discreti.

- Hai perfettamente ragione... Ora però posso tornare a letto, che il citofono è vicino alla camera e sveglio mia moglie?


giovedì 20 settembre 2012

Recensioni di LAW #3 "Sotto silenzio"


Recentemente abbiamo pubblicato sul blog di LAW, il fumetto legal thriller che sto scrivendo insieme a Davide Caci, alcune recensioni e commenti dei lettori a proposito del terzo episodio, che si chiama "Sotto silenzio", è stato disegnato da Ennio Bufi e potete trovarlo attualmente in edicola e fumetteria.

Ecco un paio di recensioni:

> Lo Spazio Bianco

> La Compagnia del Dado

(prossimamente ne arriveranno altre)

Ed ecco un po' di post contenenti commenti vari dei lettori:

> Commenti dei lettori 1

> Commenti dei lettori 2

> Commenti dei lettori 3

> Commenti dei lettori 4

Buona lettura!

venerdì 14 settembre 2012

L'amaca di Serra

Il giornalista Michele Serra ha questa rubrica su Repubblica, che si chiama "L'amaca".

Molto spesso mi trovo ad essere d'accordo col bravo Serra.

Uno dei suoi articoli in particolare mi sembra interessante da riportare qui sul blog. Parla di giornalismo, ma soprattutto di mass media in generale. Di ciò che si sceglie di produrre e offrire al pubblico, e questo vale non solo per il giornalismo ma anche per la fiction, per tutto ciò che è narrazione fittizia: fumetti, film, cartoni animati, serie tv, ecc.

Anche chi fa il mio lavoro è bene che tenga presente le parole di Serra.

Buona lettura.


mercoledì 12 settembre 2012

La sintesi di Cavandoli

Spesso nel mio lavoro si insiste sulla sintesi, sulla necessità di arrivare all'essenziale per raccontare una storia nella maniera più semplice e comprensibile possibile, senza togliere nulla alla fantasia e all'inventiva.

Spesso è difficile capire che cosa comporti il concetto di sintesi.

Ecco perché è un bene ogni tanto ripassare, ad esempio con quel grandissimo maestro della sintesi che era Osvaldo Cavandoli, mai abbastanza celebrato.

Ecco una delle sue migliori animazioni della Linea, il personaggio da lui inventato.

Buona visione!



lunedì 10 settembre 2012

Fobie animali


Osservare gli animali è sempre stata una mia passione. Da quando ho una gatta (10 mesi circa) ho l'occasione di farlo assiduamente.

Una cosa interessante è il rapporto che l'animale ha con le fobie. E' risaputo che i gatti hanno paura dell'aspirapolvere, e la mia non è da meno.

Mi piacerebbe capirne il motivo: perché proprio l'aspirapolvere? Se c'è un etologo tra di voi vi prego di svelarmi quale atavico motivo sottosta a questo terrore dell'aspirapolvere.

A nulla serve mostrare al gatto che l'utile elettrodomestico non fa male a nessuno: ne è assolutamente terrorizzato, senza se e senza ma.

E in fondo è esattamente come con le fobie umane. L'aereo, per esempio. E' assodato che sia uno dei mezzi di trasporto meno pericolosi, eppure la paura dell'aereo è una delle fobie più difficili da estirpare, quasi impossibile.

Questo mi fa riflettere sul fatto che se perfino gli animali hanno delle fobie assolutamente ingiustificate come quella dell'aspirapolvere, allora la paura è davvero un'emozione necessaria per gli esseri viventi.

Forse le fobie ci ricordano che la paura è giusta, è normale. Che nel mondo c'è sempre qualcosa di cui aver paura e da cui difendersi. Che la nostra attenzione dev'essere sempre alta, che ci piaccia o meno. La paura è vitale, ci fa sopravvivere.

Forse se non avessimo paure, saremmo incoscienti, e in fin dei conti autolesionisti.

E poi non apprezzeremmo Dylan Dog.


giovedì 6 settembre 2012

Dordo 2 - La vendetta

Qualche mese fa, una donna indiana incinta è stata uccisa e gettata nel Po.

Un consigliere comunale di Udine ha fatto un'infelicissima battuta paragonando tale donna alle proprie feci.

Difficilmente parlo di politica, cronaca o attualità sul blog, ma in questo caso il disgusto e l'indignazione erano troppo forti. Per quanto ancora - mi chiedevo - staremo zitti e subiremo questo schifo?

Sull'onda emotiva ho scritto un post sul mio blog. Non ci sono andato leggero col signor Dordolo - il famigerato consigliere friulano - ma non mi sono certo lasciato andare a plateali insulti e volgarità che costui ha ricevuto da centinaia di persone. E che lui ha riservato a mezzo mondo.

Comunque sia, un paio di giorni fa costui ha pensato di rispondere con stile e dialettica alla mia critica sul blog: un florilegio di "co***one", "idiota", "omosessuale", "cagate", e via dicendo.

Normalmente non rispondo agli insulti e mi limito a cancellare i messaggi indesiderati, ma questa era un'occasione troppo ghiotta per dimostrare una volta di più lo stato deprimente della politica nel nostro Paese, quindi ho voluto rispondergli, e il "dialogo" è proseguito sconfinando nel demenziale.

Trovate tutto qui:

http://giorgiosalati.blogspot.it/2012/06/luca-dordolo.html.

La pacata discussione parallelamente si è estesa a Twitter. Anche questa perla della dialettica leghista secondo me merita di essere letta. Ecco qui lo screenshot.



Nota a margine: vorrei ricordare a chi di dovere che pubblicare foto rese pubbliche dai giornali e che lo stesso soggetto ha messo come avatar sul proprio Twitter e Facebook, non è certo violazione della privacy. Anche pubblicare una discussione avvenuta su Twitter non lo è, visto che è pubblica e chiunque può leggerla. Qui l'unico che dovrebbe rispettare la propria privacy è proprio colui che fa dichiarazioni pubbliche e puntualmente si trova a pentirsene.

mercoledì 5 settembre 2012

Gatto


Con quello sguardo muto, il tuo gatto sembra guardarti nell'anima.

Lui conosce i tuoi segreti più reconditi, anche quelli che tu non conosci.

Ma non li dice. Questo è il bello: lui sa, ma non dice.


lunedì 3 settembre 2012

Il scritore

Tornato ahimè dal fresco, ripartiamo con una bellissima riflessione del geniale Natalino Balasso:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...