giovedì 28 novembre 2013

Sabato: Jules Verne

Questo sabato mattina alle 7:45 su Rai 2 andrà in onda un'altra puntata delle Straordinarie avventure di Jules Verne sceneggiata dal sottoscritto.

Ecco il trailer!



Buona visione!


lunedì 25 novembre 2013

Bufo Artibani

L'omaggio mio e di Donald Soffritti all'amico e collega Francesco Artibani, ispirato al mitico Omino Bufo, creato da Alfredo Castelli e di cui Francesco è stato valido autore.

mercoledì 20 novembre 2013

Alto...?

- Hai finito quella sceneggiatura?
- No, sono in alto mare. Oddio, non proprio in alto mare, diciamo in alto...
- ...lago?
- No, nemmeno, diciamo tipo un fiume.
- Un fiume come il Po? Sei in alto Po?
- No, un pochino più piccolo. Tipo il Ticino, il Tevere...
- L'Adige?
- Ecco, sì. L'Adige.
- Ok.
- Sono in alto Adige.

lunedì 18 novembre 2013

Come il maestro

Spesso c'è l'erronea convinzione che se hai avuto un determinato maestro, le tue opere saranno stilisticamente simili alle sue. Che se hai avuto un insegnante di chitarra, la suonerai come lui. Se hai avuto un insegnante di scrittura, scriverai come lui.

Per fortuna spesso non è così, o almeno non quando si tratta di autori che abbiano un minimo di personalità. Per quanto riguarda la scrittura, dai 22 anni ai 27 ho avuto qualcosa come sette insegnanti, senza contare le varie lezioni singole o i vari mentori che mi hanno insegnato qualcosa senza che si trattasse di vere e proprie lezioni. Da ognuno di loro ho imparato qualcosa e ho cercato di (ap)prendere il meglio.

Per fortuna, sono abbastanza certo di scrivere diversamente da come scrive ognuna di queste persone.

Il lavoro di un insegnante è darti gli strumenti del mestiere, spiegarti come dire quello che hai da dire. Ma quello che hai da dire ce l'hai tu e tu soltanto. SE hai davvero qualcosa da dire, chiaramente.

Io sarò per sempre riconoscente nei confronti di colleghi più esperti di me che mi hanno insegnato questo bellissimo mestiere. Ma so anche che la mia voce è diversa, che il cosa e il come lo decido in base al mio personale gusto. Un gusto che si è formato indipendentemente da tutto e tutti.

Perché nessun insegnante vorrebbe che tu diventassi una sua brutta copia.

giovedì 14 novembre 2013

Atmosfera

Ho sempre avuto pochissima memoria. Sono capace di rileggere tre volte un romanzo e ciononostante pochi giorni dopo non ricordare quasi niente della trama. Mi è successo più volte di vedere un film convinto di non averlo mai visto e di accorgermi a metà che l'avevo effettivamente già visto.

D'altro canto, conservo sempre in me l'atmosfera di una storia. Si tratta di un insieme complesso e non facilmente spiegabile di sensazioni che una determinata vicenda o determinati personaggi mi provocano. Qualcosa che passa attraverso canali non razionali e che attingono direttamente dal mio vissuto emotivo.

Per questo, sono sempre molto attento all'atmosfera che cerco di conferire a una storia. Il ritmo, la sequenzialità delle vignette, il tono dei dialoghi... Un insieme complesso di cose che creano un'atmosfera e che hanno poi un riscontro sul lettore. Molto spesso una storia ci piace o meno indipendentemente dai singoli aspetti tecnici, ma soprattutto in base alla "risonanza emotiva" che ha in noi.

Ed è per questo che mi arrabbio molto quando rileggo una mia storia e mi rendo conto di non essere riuscito a comunicare l'atmosfera che avevo in mente. Questo succede un buon 80% delle volte. A volte mi rendo conto che è tutto giusto, niente buchi di sceneggiatura, dialoghi chiari, magari brillanti, eccetera. Eppure. Eppure quell'atmosfera lì, quella che avevo proprio in mente, raramente viene fuori come vorrei.

Alcune delle poche storie in cui mi sembra di esserci riuscito sono "Paperinik e l'amore nell'oblio" su Topolino e "Roxanne", il quarto numero di LAW.

Poi magari è solo un mio cruccio, magari le emozioni che cerco di comunicare arrivano quasi sempre al lettore.

Detto questo, sono contento di non essere quasi mai soddisfatto di quello che scrivo.

lunedì 11 novembre 2013

Gagnor vs Andolfo

Il collega sceneggiatore e amico Roberto Gagnor ha intervistato per il Post la bravissima Mirka Andolfo, autrice del fumetto "Sacro/Profano", che contiene un mio contributo (oltre a uno di Roberto e molti altri).

L'intervista invece di essere semplicemente testuale è a fumetti, il che la rende molto meno monotona della media delle interviste.

Vi consiglio di leggerla.

La trovate cliccando qui:
http://www.ilpost.it/robertogagnor/2013/11/08/intervista-mirka-andolfo/

Buona lettura!



venerdì 8 novembre 2013

mercoledì 6 novembre 2013

Sacro/Profano is out

A Lucca Comics, "Sacro/Profano" di Mirka Andolfo ha venduto più di 1500 copie in 4 giorni. Un risultato notevole.

Siccome è probabile che vada esaurito, vi consiglio di affrettarvi ad accaparrarvelo in fumetteria, oppure su Amazon, a questo link.

Così potrete godervi le tavole del divertente fumetto di Mirka, tra cui una scritta dal qui presente me medesimo.

Buona lettura!


lunedì 4 novembre 2013

Ha vinto Saga

LAW non ha vinto il Gran Guinigi, ma poco male: perdere contro "Saga", la serie che forse attualmente appassiona più lettori nel mondo e che ha ricevuto i premi più importanti (tra cui il prestigioso Eisner Award), è sicuramente una sconfitta onorevole.

E' stata comunque una bella soddisfazione essere finalisti e giocarsela contro un simile "gigante".

Congratulazioni quindi a Brian K. Vaughan , Fiona Staples e naturalmente a BAO Publishing per questo premio senz'altro meritato.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...