martedì 15 luglio 2014

Zappa & Avery sull'intrattenimento

Interessante articolo (in inglese) sul rapporto tra il "creativo" e il produttore/capo/committente con citazioni di Frank Zappa e Tex Avery:

http://www.cartoonbrew.com/ideas-commentary/frank-zappa-explains-why-cartoons-today-suck-10513.html

Vale per l'animazione, per la musica, i fumetti, il cinema, qualsiasi mezzo espressivo di massa.

Quando un produttore comincia a decidere "ciò che la gente vuole" è l'inizio della fine.

Quando il committente vuole decidere nel particolare come deve essere generato l'intrattenimento senza conoscerne i meccanismi specifici, come deve regolarsi la creatività di chi lavora per lui, spesso capita che si sbagli, compromettendo il prodotto e determinando un insuccesso. A meno che non si chiami Walt Disney, naturalmente.


domenica 13 luglio 2014

Gol truccati di sceneggiatura

Per parecchio tempo sono stato un assiduo spettatore di polizieschi televisivi: CSI, Senza Traccia, Criminal Minds... Da un po' non li seguo più. Non so se perché mi sono stancato io, oppure perché effettivamente le puntate sono sempre più ripetitive. I cliché abbondano, e certi trucchi narrativi, se una volta li digerivo, ora cominciano a risultarmi indigesti.

Per esempio capita spesso che un sospetto, quando interrogato, perda il controllo e si lasci andare a dire la verità nonostante la presenza dell'avvocato che cerca di fermarlo. Parrebbe che gli interrogatori scatenino crisi di coscienza o che ogni interrogato sia un impulsivo cronico, ma siccome sappiamo che nella realtà non è così, si tratta semplicemente di un trucco per saltare dei passaggi e fare in modo che gli investigatori accedano velocemente a delle informazioni senza fare la fatica di inventarsi modi più ingegnosi per ottenerle. Un trucco da sceneggiatori, insomma.

Molti spettatori sono consapevoli di questa cosa: quando assistono a trucchetti del genere non ci cascano, pensano "figurati!". Accade però che uno prosegua a seguire la storia, finendo per dimenticarsi che magari la soluzione di un caso è stata viziata da una svolta improbabile. Che senza quel passaggio non ci sarebbe nemmeno la soluzione del caso.

E la sensazione alla fine è come quando in una partita di calcio una squadra vince grazie a un gol irregolare. Proseguendo con la partita, chi tifa per la squadra vincente finisce per dimenticarsi che la vittoria è viziata da un punto che non sarebbe valido. In fondo è la mia squadra e sono contento lo stesso.

Così come lo spettatore è contento che gli investigatori abbiano risolto il caso, anche se l'indizio gli è stato messo su un piatto d'argento da un trucchetto di sceneggiatura.

Il problema però è che più sono i trucchi e le scorciatoie, più si abbassa la qualità del "prodotto", più la gente tenderà a disaffezionarsi alla serie.


lunedì 7 luglio 2014

L'amico Topolino

Uno degli aspetti che più mi piacciono del personaggio Topolino è la tolleranza.

Parlo del Topolino dei primi tempi, quello di Gottfredson, di Bill Walsh ma anche di Romano Scarpa: Pippo non potrebbe aver trovato miglior amico di Topolino. Perché quando quasi tutti trattano Pippo da scemo, Topolino più degli altri riesce a tollerare i comportamenti strani, a oltrepassare l'apparenza e arrivare al cuore di una persona: Pippo è buono, generoso e fantasioso, quindi anche Topolino non potrebbe aver trovato migliore amico di lui.

Lo stesso vale con Eta Beta, nella prima storia in cui appare: quando perfino Pippo si lascia spaventare dall'aria troppo "diversa" dell'uomo del futuro, Topolino è l'unico ad essere abbastanza tollerante da accogliere questa persona e aiutarla a integrarsi nel nostro mondo.

Insomma, Topolino è il migliore amico che una persona possa desiderare.

Sempre per la serie "Chi dice che Topolino è antipatico non conosce lo spirito originario del personaggio".

mercoledì 2 luglio 2014

Estatissima Disney

Oltre che su Disney Big e su Paperino, in questo periodo è stata ristampata un'altra mia storia. Stavolta si tratta di "Zio Paperone e la vacanza senza speranza", per i disegni del Maestro Cavazzano, ristampata sulla testata Estatissima.

Qui sotto potete vedere la copertina.

Buona lettura!


lunedì 30 giugno 2014

Studio Bozzetto

E' con una certa soddisfazione che annuncio una recente collaborazione con lo Studio Bozzetto del mitico Bruno Bozzetto, che con i figli Andrea e Fabio sta portando avanti la tradizione dell'animazione italiana.

La collaborazione in questione è un filmato per un consorzio che si occupa dello smaltimento degli pneumatici fuori uso. Si tratta di un semplice promo di tre minuti dal carattere informativo e quindi non di un corto o una serie animata, ma sono ugualmente felice perché innanzitutto è un piacere e un onore per me lavorare con lo Studio Bozzetto, e poi perché si tratta di un tema a me caro, che è quello ecologico. E poi è la prima volta che in un certo senso mi cimento come copywriter!

Se siete curiosi di sapere come funziona lo smaltimento degli pneumatici fuori uso, ecco qui:



venerdì 27 giugno 2014

Pk Official

Pk tornerà su Topolino a partire dal 2 luglio.

Per tenervi informati, ci sono i "canali" ufficiali, sui social network.

Il profilo Facebook: https://www.facebook.com/PIKAPPAOfficial

Il profilo Twitter: https://twitter.com/PIKAPPAOfficial

Buon divertimento!


mercoledì 25 giugno 2014

Fumo di China #226

Su Fumo di China n. 226 attualmente in edicola trovate un dossier su Romano Scarpa. Tra le altre cose, nell'articolo di Francesco Gerbaldo, ci sono interventi di diversi autori, tra cui il sottoscritto.

Buona lettura!

lunedì 23 giugno 2014

Disney Big #75

Segnalazione dell'enciclopedico Francesco Gerbaldo: su "Disney Big #75" di luglio, ma già in edicola ora, è stata ristampata la mia storia "Zio Paperone in prigione", disegnata da Luciano Gatto.

Buona lettura!

lunedì 9 giugno 2014

Caro Paperino

Caro Paperino, oggi compi 80 anni.

Sai bene di essere stato il mio primo amore fumettistico.

La prima storia che ho scritto per Topolino, nel 2003, aveva te nella prima tavola. Il primo dialogo Disney che io abbia mai scritto esce dal tuo becco.

La protagonista era Paperina, ma tutta la storia era una sorta di dichiarazione d'amore nei tuoi confronti.

La storia era questa:

Dieci anni dalla pubblicazione della mia prima storia, ottanta dalla prima tua. Di esperienza tu ne hai parecchia più di me, quindi ti chiedo di continuarmi a guidare in questo percorso che è la mia vita da narratore.

Buon compleanno, paperaccio del mio cuore.

giovedì 5 giugno 2014

Buon compleanno Paperino!

Questo mese, Panini & Disney festeggiano gli 80 anni di Paperino!

Per quanto mi riguarda potete trovare la ristampa della mia storia "Paperinik e l'amore nell'oblio", per i disegni di Paolo Mottura, sul mensile Paperino #408 attualmente in edicola, di cui trovate qui sotto la copertina.

Sono naturalmente in compagnia dei migliori autori disneyani.

Ma chiaramente anche Topolino #3054, anch'esso attualmente in edicola, festeggia il compleanno di Paperino con un sacco di storie e autori importanti, e bellissimi omaggi di fumettisti non-disneyani.

Buon compleanno Paperino!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...