martedì 10 giugno 2008

Incatenato!


Allora, generalmente ritengo le varie catene internet delle scempiaggini, ma questa come posso considerarla tale, essendo che a propormela è il simpatico Claudio Bandoli?

Dunque, questo è il micidiale messaggio minatorio:

Fotografa la tua abituale postazione di lavoro (o le tue, nel caso ne hai più di una), indicando sommariamente cosa c'è e a cosa ti serve. Poi invita alla catena altre cinque persone.

Peggio di una testa di cavallo nel letto! Non si direbbe neanche sia stato scritto da un italiano!

Vabbe', stiamo al gioco.

La mia postazione di lavoro è nello studio in casa mia, e... fa angolo.

A sinistra la scrivania:

Come potete vedere, fumetti alla rinfusa, cd, fogli, un calendarietto da tavolo della Fondazione NPH (storia lunga), l'agenda (che dimentico sempre di guardare), innumerevoli biglietti di concerti sotto il vetro, biro, pennarelli (perfino pantoni!), evidenziatori, matite, un raccontino da metropolitana "Subway", il programma del mitico Cinema Gnomo, la finestra (indispensabile!) e soprattutto i fogliacci su cui sono solito fare i miei orribili layout prima di mettere la sceneggiatura per iscritto a computer.

E quindi, a destra:

Il computer, la sedia ergonomica (costosa ma la schiena è forse salva), altri cd e dvd alla rinfusa, cellulare, mousepad a forma di emmenthal e soprattutto il mio antistress preferito, la "molla" (quella cosa multicolore a forma di albero di Natale) che faccio andare a tutto spiano mentre enucleo i passaggi di un soggetto o rileggo una sceneggiatura.

Poi spesso c'è un'altra postazione di lavoro in casa della mia ragazza ma ovviamente non sto a fotografarla. Ma no, che avete capito, è il tavolo del salotto! Ma nooo, intendo davvero che ci lavoro! Maliziosi!

Ok, ammesso che tutto questo abbia interessato anche solo un acaro in casuale passaggio davanti al mio monitor mentre scrivevo, si tratta ora di individuare i poveracci che sono costretto ahimè a bersagliare con questo improbo catenaccio.

Vado un po' a caso sapendo che da questo momento cinque amici mi cancelleranno dalla loro rubrica.

E allora *clack* Sergio Badino, sei incatenato! E fuori (anzi dentro) uno. *Sigh* quando devi farlo agli amici diventa più difficile!
E poi *clack* - eccoti incatenato, Alessandro Ferrari! E via anche il "lato oscuro" della sceneggiatura.
Ma non fermiamoci. *Clack* - altolà Francesco D'Ippolito! E pure la smagliante matita genovese è andata.
*Clack* - fermo Fabrizio Lo Bianco... oh no, sei già stato incatenato! Uff...
E ora chi aggancio? Solo maschi per ora... Vuoi non bloccare anche una ragazza? E allora - mio malgrado - *clack* - è giunta la tua ora, Giustina Porcelli! Aaahahahahah! - risata alla Fantaman (qualcuno se lo ricorda?).
Me ne manca ancora uno... uhm... Bah, proviamo col bravo Marco Hasmann che tanto essendo un vero metallaro non si presterà mai a queste pinzillacchere. Come dite? Sì be' anch'io sono un bel rockettaro, ma molto più frivolo!

Ok, i 5 malcapitati sono stati incatenati. Se invece di 5 fossero 6 le persone da incatenare, si arriverebbe a coronare la teoria dei "6 gradi di separazione", col risultato che si riuscirebbe nell'epico intento di farsi mandare a quel paese dal mondo intero! Come dice il proverbio... tutto il mondo è paese!

Vi prego abbiate pietà di me...

10 commenti:

sergio ha detto...

Cazzo, sei una merda! In senso buono, eh! :-) L'avevo già vista in giro sta catena, e mi ero detto fortunato a non esserne stato toccato!
Porca troia!
Sergio

PS Mai pensato di incatenare Catenacci? Beh che tra poco s'incatena da solo anche senza il nostro aiuto...

Giorgio Salati ha detto...

ammazza Sergio, non ti avevo mai... letto così scurrile! E grazie per la "merda in senso buono"... O_O
Se il Catena avesse un blog sarebbe stato il primo che avrei incatenato!

Giorgio Salati ha detto...

comunque ovviamente non sei mica obbligato a stare al gioco!

sergio ha detto...

Non ti sarai mica offeso! Non mi fare la faccina che sgrana gli occhi, se no ci resto male! ;-)

Giorgio Salati ha detto...

ma va'...

ahah sembrano gli occhi del gatto con gli stivali in Shrek 2!

Giorgio Salati ha detto...

è che chi non ti conosce come me potrebbe pensare male...

sergio ha detto...

Hai ragione. Mi cospargo il capo di ceci e m'inginocchio sulla cenere. No, aspetta... com'era? Vabbé, chiedo venia per aver imbrattato lo blogo tuo con cotal turpiloquio!
Suona meglio?! :-)
Ser

Giorgio Salati ha detto...

venia concessa, messer Badino... come eloquiva lo monaco Zenone: "sarai mondo se monderai lo mondo!"

sergio ha detto...

potrei iniziare dal mio studio, che perlappunto è immondo. ecco perché non oso pubblicarne le foto!
S.

Claudio Bandoli ha detto...

Grande Giorgio!
E grazie dei complimenti, nonostante la catena..
Dici bene, per me Calvin è imprescindibile quando ci sono di mezzo dei bambini.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...