martedì 27 gennaio 2009

Memoria


Oggi è la Giornata della Memoria. Per non dimenticare gli orrori che l'essere umano è in grado di perpetrare.

Meditate, gente. Il pensiero, la memoria della Storia, sono le uniche risorse che abbiamo per evitare ciò che noi crediamo lontano e che invece potrebbe succedere da un momento all'altro. Che magari si prepara sotto i nostri nasi senza che noi ce ne accorgiamo, troppo impegnati nelle beghe quotidiane, troppo preoccupati a lamentarci dei bus in ritardo o degli zingari, a interessarci alle dimensioni delle tette della tizia del reality o se Kakà andrà via dal Milan.

Milioni di persone morirono, perché si è lasciato che certe persone prendessero il potere e portassero la propria nazione in guerra. Molti di loro erano italiani: sui campi di battaglia, e nei campi di concentramento.

1 commento:

Anonimo ha detto...

C'è una canzone di Jovanotti che dice:"Ce ne stiamo comodi comodi dentro alle nostre virgolette, ma il mondo è molto più grande, più grande di così!". Non so se volesse intendere quello che hai scritto tu, ma se così fosse, sarebbe una frase molto azzeccata.

Alex_96

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...