lunedì 14 settembre 2009

O tempora, o verba!


Il Festivaletteratura di Mantova ha chiesto ad alcuni importanti scrittori (non a me, ovviamente!) di provare a descrivere la nostra epoca con una sola parola. QUI la notizia.

Mi sembra una sfida interessante. Voglio cimentarmi anch'io, anche se nessuno mi ha chiesto niente.

Ecco la parola che, non senza esitazione, ho scelto:

MESSINSCENA.

Nel bene e nel male, ovviamente.

Che ne dite? Voi che cosa avreste scelto?

18 commenti:

New_AMZ ha detto...

Bella come sfida.
Io userei la parola SESSO.
Tutto, più degli altri tempi, dimostra che il sesso e la sessualità dell'essere umano vengono costantemente messe in discussione in tutti i livelli della società.

Giorgio Salati ha detto...

in effetti anche SESSO può descrivere bene la nostra epoca... mai come in questi ultimi 40 anni il sesso è diventato un'ossessione, destinata a crescere, oltretutto.

Grazie!

DjJurgen ha detto...

Che ne dite di MASCHERA?
E' sulla stessa scia della parola di Giorgio, in effetti, e forse è una sua stessa conseguenza... indossiamo maschere (e diventiamo noi stessi maschere) a causa dell'enorme messinscena in cui viviamo...e la cosa più tragica è che spesso le indossiamo senza neanche rendercene conto...

Giorgio Salati ha detto...

Buona scelta anche MASCHERA. E la si comprende meglio guardando l'avatar di chi l'ha scelta eheh!

DjJurgen ha detto...

Touchè! :D
Effettivamente il tema della maschera mi ha affascinato da sempre...puoi immaginare quando, all'ultimo anno di liceo, lessi per la prima volta Watchmen! :D
Rimasi talmente folgorato che decisi di scegliere come argomento della mia tesina "la crisi di identità", con continui riferimenti all'opera di Moore & Gibbons!

Giorgio Salati ha detto...

ottima scelta anche per la tesina!

emmevi ha detto...

Mi cimento anch'io nella singolar tenzone... DILETTANTISMO.
Troppe persone raggiungono posizioni di potere senza aver dimostrato di averne le capacità.

Giorgio Salati ha detto...

uh, Max va sul polemico... bene, azzeccata anche questa! Che poi secondo me anche questa può rientrare nella mia "messinscena": tanta gente finge di essere in grado di fare il proprio lavoro ma non lo fa...

Giangidoe ha detto...

Uhm, molto interessante. Devo pensarci bene.
Di primo acchitto mi verrebbe la parola TENSIONE, con le sue varie sfaccettature.
Ma, come già detto, sarebbe interessante rifletterci un pò...

Anonimo ha detto...

Per me SGRETOLAMENTO...ghiacciai che diventano schegge cadenti, argini di fiumi che non tengono più, case che crollano alla scossa più lieve, fino ad arrivare alla cultura,in senso molto lato, che non riesce a darci più certezze.

Tyrrel ha detto...

Ottima idea questa della sfida, Giorgio!
A me viene in mente la parola VIRTUALE, sia in riferimento alla sempre più preponderante importanza che Internet e la comunicazione attraverso esso hanno nelle nostre vite, ma anche riferito ad una società nella quale certi valori e certi principi sembrano essere spariti ed esistere solo in via teorica (mi rendo conto che questo si ricollega in qualche modo a MESSINSCENA e MASCHERA).

@DjJurgen: hai parlato di Wathcmen nella tesina delle superiori?! Grande! :D

Giorgio Salati ha detto...

sono tutte definizioni molto azzeccate, bravi! Sono orgoglioso dei lettori del mio blog!

Avanti un altro!

Giorgio Salati ha detto...

fra qualche giorno faccio un post con una lista delle parole uscite da questa sfida!

LO ZIO ha detto...

uh? esco dal limbo e ci provo anch'io ;-)

BILICO

e anche questo nel bene e nel male.
(se si vuole anche col significato di "autotreno").

PS: a me quelle sul Corriere mica convincono.....

Giorgio Salati ha detto...

Ottimo! Pure il titolo di un romanzo di Paola Barbato, fra l'altro!

Anonimo ha detto...

Ho scritto Sgretolamento ma, rileggendo, mi sono reso conto che intendevo dire DISGREGAZIONE.

Giorgio Salati ha detto...

Ok, registrato!

Giangidoe ha detto...

Un'ottimo romanzo, aggiungerei (Bilico)
;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...