giovedì 11 giugno 2009

Naturalezza


La natura di internet è talmente "episodica" che non mi ricordo nemmeno se ho già parlato di questo argomento sul blog.

Comunque, riflettevo su un aspetto che chi scrive conosce bene, ma che non è così scontato tra chi è un semplice fruitore.

Vorrei sfatare per l'ennesima volta il mito che una maggior naturalezza nella lettura di un romanzo o di un fumetto corrisponda a una scrittura "di getto". Questo può accadere, ad esempio con geni come Jack Kerouac o Jacovitti. Ma, molto più spesso, è vero l'esatto contrario: più si rifinisce un passaggio, più lo si riscrive, taglia, lima, più si riesce a ottenere l'effetto della "naturalezza".

Questo succede soprattutto nei dialoghi, che devono avere un alto livello di naturalezza per essere credibili e non rompere il patto col lettore. Quando si scrive di getto, molto spesso si butta nei dialoghi frasi fatte, troppo lunghe, piene di aggettivi, che spiegano troppo e diventano didascaliche oppure a volte perfino superficiali, che non lasciano intravedere il significato profondo di ciò che il personaggio pensa. La scrittura di getto non è negativa di per sé, è positivo secondo me fare il primo "passaggio" di getto, facendosi trasportare dall'estro e senza farsi troppe paranoie (sempre se si è interiorizzata bene la psicologia del personaggio). Ma DOPO, è meglio passarci sopra diverse altre volte, magari a distanza di tempo. Ci accorgeremo di quanto meccanico o cervellotico o innaturale è un dialogo che abbiamo scritto. E allora via di lima e di pialla, se non di cestino direttamente.

E allora rileggere, riscrivere, rifare... dopodiché ci accorgeremo che la naturalezza di lettura diventa proporzionale al tempo passato su quello stesso passaggio.

Questione di mestiere, di pazienza da artigiano.

2 commenti:

Baldo ha detto...

azzz... hai proprio ragione.
Sembra che ci siamo messi d'accordo tra quello che hai scritto tu e quello che ho postato io da mak!
Comunque, inutile dirti che concordo "fin nelle virgole" con quello che hai scritto.
Ottimo post!

Giorgio Salati ha detto...

sì, in effetti... pensa che questo post l'avevo scritto giorni fa e programmato!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...