venerdì 19 febbraio 2010

[ipse dixit] Pennacchioni


«L'uomo costruisce case perché è vivo ma scrive libri perché si sa mortale. Vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. La lettura è per lui una compagnia che non prende il posto di nessun'altra, ma che nessun'altra potrebbe sostituire.»
Daniele Pennacchioni, in arte Daniel Pennac.

1 commento:

Giangidoe ha detto...

Ah, Pennac. Le sue perle di saggezza mi hanno sempre illuminato.
Proprio di recente mi era tornato in mente questo mitico autore, scrivendo un commento ad un post della Barbato, per un rimando suggestivo al famoso "Film Unico" del romanzo "Signor Malaussene".

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...