lunedì 9 maggio 2011

Simbolismo


Un aspetto secondario ma molto interessante è quello di simboli e metafore all'interno di una sceneggiatura.

A me piace molto inserire elementi simbolici in secondo piano nelle mie storie, e mi piace molto ritrovarli nelle storie di cui fruisco.

E' un po' come se l'autore stesse comunicando con te, senza farti l'occhiolino, senza far sentire la propria "mano" in maniera pesante, ma dandoti delle suggestioni per addentrarti ulteriormente nell'atmosfera del racconto o dicendoti: "Ti do una chiave di lettura per capire meglio questa storia".

Ad esempio in "Watchmen" di Alan Moore adoro "L'orologio dell'Apocalisse" (già trattato su questo blog poco tempo fa) all'inizio di ogni capitolo le cui lancette si avvicinano progressivamente alla mezzanotte, e che ci fa sentire sempre più vicini all'evento che sconvolgerà tutto.

Altrettanto adoro le citazioni di canzoni che in maniera indiretta ci fanno capire quali sono i temi trattati nei rispettivi capitoli.

Un'operazione analoga riguarda la serie tv "Criminal Minds". All'inizio e alla fine di ogni puntata la voce di uno dei protagonisti declama una citazione. Sembra una cosa superflua, un semplice vezzo stilistico, eppure quelle citazioni ci danno un sacco di informazioni.

Innanzitutto il personaggio che enuncia la citazione: chi parla all'inizio è colui che sarà più emotivamente coinvolto per qualche motivo personale nell'indagine relativa alla puntata in questione, chi parla alla fine è colui che è stato decisivo nella soluzione del caso. E poi la scelta delle frasi citate: quella all'inizio della puntata ci dice qual è il tema della singola storia, quella alla fine rispecchia una sorta di morale che può essere tratta dagli avvenimenti a cui si è appena assistito.

Si tratta di elementi narrativi secondari che anche se non colti lasciano la storia perfettamente in piedi e non "disturbano". E generalmente chi non coglie queste sottigliezze si accontenta anche di un'interpretazione più superficiale della storia. Ma chi come me si diverte a "scavare", gode un sacco nel riflettere su questi piccoli elementi simbolici che arricchiscono la storia e le psicologie dei personaggi.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...