lunedì 14 novembre 2011

Casty e i personaggi Disney


Ho letto una bella intervista a Casty fatta da quelli de Lo Spazio Bianco.

Un paio di passaggi in particolare tengo a riportare, dato che li condivido pienamente:

Ai tre che hai detto [Gottfredson, Scarpa e Cimino] aggiungo, intanto e sicuramente, Barks. Sono cresciuto leggendo e rileggendo le loro storie e ancor oggi, quando mi ricapitano sottomano, resto ogni volta meravigliato dalla potenza epica, dal… turbinio di sentimenti che sprigionano. Nelle loro mani i personaggi non sono macchiette che interpretano stancamente un ruolo, ma sono persone vive, che tra loro si vogliono un gran bene e che insieme affrontano le cattiverie del mondo. Credo che, al di là degli insegnamenti tecnici, sia questa la più importante lezione che ho imparato dai quattro Maestri. Un’altra cosa fondamentale che ho appreso è che la fantasia va sì scatenata ma dev’essere infine sempre “ricondotta nei ranghi”, in modo da ottenere una storia che abbia logica e coerenza.

[...]

Molti si arrovellano a cercare le definizioni più cervellotiche possibili per Pippo, ma a me ne viene in mente una sola: Pippo è BUONO. Se (SE) sembra uno sciocco è solo perché viviamo in questa società del “menga”, in cui la bontà viene sistematicamente scambiata per dabbenaggine. Anche per Pippo, i modelli di riferimento sono Gottfredson e Scarpa. Ma, a dire il vero, non c’è stato nemmeno bisogno di studiarli, poiché chi sa che cos’è l’amicizia sa cosa fanno, come interagiscono due amici.



L'intervista completa la trovate QUI.

2 commenti:

Fe.To. ha detto...

Bellissima intervista... complimenti per i tuoi lavori e per questo tuo blog: è una miniera di cose interessanti da leggere e gustare!

Giorgio Salati ha detto...

Ciao, grazie mille, troppo buono!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...