venerdì 27 marzo 2009

Subway Letteratura


E' con una punta di orgoglio che vi comunico che il mio racconto "Chandelle est morte" è tra i finalisti del concorso "Subway Letteratura", una bella iniziativa che ogni anno pubblica e distribuisce i racconti vincitori sui mezzi di molte città italiane, a partire dalle metropolitane di Milano e Roma, cercando di riportare un po' di amore per la lettura tra i distratti cittadini urbani.

Il mio, insieme ad altri due racconti, è il primo ad essere votabile e commentabile sul sito di Subway. Vi invito quindi ad andare a leggerlo e commentarlo: CLICCATE QUI.

Per votare e commentare è necessario registrarsi, ci vuole un attimo. Se avete intenzione di farlo, affrettatevi: il racconto sarà disponibile all'interattività solo per due giorni.

Buona lettura e grazie a chi se ne interesserà!

6 commenti:

emmevi ha detto...

L'ho appena letto. I miei più sinceri complimenti, Joe... è profondo, toccante, ironico a tratti. Sì, mi è proprio piaciuto!

Francesco De Paolis ha detto...

Bellissimo, davvero complimenti!

Anonimo ha detto...

Il senso di confusione e spesso di impotenza che ci colgono quando i bambini affrontano le grandi domande sull’origine della vita, sull’amore e sulla morte possono essere devastanti. I bambini chiedono per saziare una fame di senso ...il tuo racconto agile, lieve e profondo insieme, è bellissimo perché hai trovato il linguaggio più adatto , quello della poesia e hai lanciato a Tommy un messaggio importante : "Quello che dici mi interessa ".
Complimenti per il racconto davvero molto bello : il fanciullino dentro di te è ben presente!
silvia

Giorgio Salati ha detto...

Grazie a tutti! Mi raccomando, gli stessi commenti fateli sul sito di Subway eheh!

Giangidoe ha detto...

Ciao, ho letto il racconto ieri sera: davvero molto carino.
E soprattutto, affronta un tema che mi è sempre stato caro e che continua a tormentarmi (non solo la morte in sè, ma la spiegazione semplice ed accessibile della stessa).
Non sono riuscito a capire come si potesse votarlo, e dopo un pò ho rinunciato (soory!).

Comunque, ora sono curioso: come risponderebbe il papà alla domanda finale (per fortuna non formulata) su Dio?
;)

Giorgio Salati ha detto...

Non si sa. E' un argomento che a Tommy non interessa... non finché c'è ancora Babbo Natale come figura di riferimento!

P.S.: per votare bisogna registrarsi e connettersi, al che compaiono delle stelline sotto il titolo: clicca sulla stellina che corrisponde al tuo gradimento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...