lunedì 14 dicembre 2009

Grazie I.n.d.u.c.k.s.!


Forse non ho mai scritto un post a proposito di COA I.n.d.u.c.k.s., e ciò è male.

Molti di quelli che frequentano questo blog sapranno già di cosa si tratta, ma non tutti. I.n.d.u.c.k.s. è un indice online di tutte le storie Disney a fumetti comparse dall'alba dei tempi ad oggi. Ad aggiornare costantemente il database con autori, date, testate, paesi di pubblicazione e quant'altro sono dei semplici appassionati. Uno strumento utilissimo per tutti coloro che vogliono chiarirsi alcune idee su autori e date di pubblicazione delle storie.

Utile anche per me, che grazie a Inducks scopro in quali testate straniere vengono pubblicate le mie storie. Purtroppo credo che non tutti i paesi siano "rappresentati" da qualche appassionato certosino indicizzatore, quindi non tutte le testate straniere siano coperte, però è ugualmente un database molto utile.

Per chi vuole averne un assaggio, ecco qui il link dove potete trovare la lista delle mie storie Disney pubblicate fino ad oggi:
http://coa.inducks.org/creator.php?c=Giorgio+Salati&c1=date

3 commenti:

New_AMZ ha detto...

Grazie a te, Giorgio, per la citazione :-)
Come dici giustamente tu l'Inducks è fatto da appassionati e si è espanso oltre ogni immaginazione. Non credo che i padri fondatori del sito credessero che avrebbe preso così piede in così poco tempo, diventando, per autori, redattori e giornalisti di fumetti un passaggio obbligato.
Per quanto riguarda le indicizzazioni estere c'è un problema serio a cui non si sa come porre rimedio. Nel senso: la gestione degli indici dei fascicoli (è dal pubblicato che si arriva a tirar fuori le statistiche) è fatta in modo appassionato (già detto :-) da persone che comprano il fascicolo (almeno per quanto riguarda l'Italia, e quindi il sottoscritto, è così) per poi indicizzarlo. Così non è in tutto il mondo per molti fattori che posso solo immaginare in base ai paesi in cui sappiamo uscire/essere usciti Disney comics ma di cui abbiamo indici scarississimi. Esempi: Giappone, India, diversi paesi dell'Africa.
Intanto la diffusione minore di Internet, una diversa concezione del fumetto Disney, diversi target di riferimento, nullo o ancor meno il valore collezionistico dei fumetti e quindi difficoltà estrema nel rintracciare, eventualmente, riviste arretrate.
Insomma, l'Inducks non potrà mai esser completo, avrà un'immissione di dati costante, diventerà voluminosissimo (e già adesso non scherza) ma non sarà mai al 100%. :-)

Giorgio Salati ha detto...

Grazie a te e agli altri certosini indicizzatori!

Marcobar ha detto...

Mai dire mai, caro New_AMZ... ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...