lunedì 8 ottobre 2012

Italo-Cina

A proposito di dialoghi ed evoluzione della lingua, l'altro giorno ho assistito a una scena che mi ha colpito.

Seduto su un vecchio tram, passando per vecchie vie di Milano, ho notato una ragazza cinese, non più di vent'anni, che parlava al cellulare.

Ero piacevolmente colpito da come la ragazza non solo parlasse un italiano perfetto, ma anche con inflessione milanese. "Sabato sera c'era LA Gabry..."

Poi di colpo si è messa a parlare cinese, senza soluzione di continuità. Ohibò.

Poi di nuovo in italiano. E cinese. E italiano. Senza nemmeno una pausa per prendere fiato. Ri-ohibò.

Ed evidentemente all'altro capo del telefono c'era qualcuno che capiva tutto perfettamente senza mai protestare. Una coetanea, probabilmente.

Essendo il cinese molto diverso dall'italiano anche come "timbrica" stessa delle parole, la ragazza sembrava addirittura cambiare voce, da un passaggio all'altro.

Non nascondo che per un attimo la cosa mi ha un po' inquietato. Mi ha fatto un po' l'impressione da "invasione aliena".

Ma poi no, perché mai... Anzi: mille volte meglio la ragazza che parla perfettamente ANCHE l'italiano, piuttosto che la maggior parte di cinesi che abitano qui da 20 anni e non sanno una parola del nostro idioma.

Di certo quella ragazza non meritava la mia inquietudine.

Però mi ha davvero colpito, e mi ha fatto sentire quasi vecchio.

Il mondo continua a girare!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...